Lo storytelling non è una favola.

Perché è importante lo storytelling?

Perché “…qualsiasi cosa, se non è narrata, è come se non esistesse. Eataly è nata per questo, per raccontare una mela. Ogni cosa che vogliamo offrire deve sempre essere raccontata da una descrizione narrativa” [Oscar Farinetti].

Lo storytelling è qualcosa di diverso dalla comunicazione, é narrazione di un progetto che ti permette di essere scelto ed ascoltato se saprai esprimere una posizione capace di stimolare pensieri ed emozioni perché abbiamo bisogno di ascoltare storie nuove, capaci di farci volare in alto, sognare e poi capire. Fare storytelling vuol dire condividere la narrazione di un’idea, di un posizionamento, di una visione.

storytelling

Per rafforzare la Fiducia che le persona hanno nella marca, suscitando emozioni che possono nascere dal racconto di un conflitto, di un mistero, di una rivelazione o di una redenzione – come è accettare l’idea dello sviluppo sostenibile come motore del cambiamento. Le persone debbono potersi riconoscere nel racconto, debbono riconoscere la situazione e condividerla.

Il modo peggior per raccontare la propria storia di Sostenibilità è individuare un problema a cui cercare una soluzione per poi potersi presentare come azienda coinvolta, presentando i risultati che si pensa possano interessare le persone. Al contrario bisogna individuare i cambiamenti che le persone si aspettano da un’azienda, portare questa sfida nella cultura aziendale e modificare il proprio agire.

Deve essere un racconto semplice, dove ciò che non serve scompare. Deve essere una storia che permetta alle persone di interpretarla secondo la propria morale, immergendosi completamente nel racconto.

La Sostenibilità non è una favola, voi sapete raccontare una bella storia?

Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Share on Facebook0Share on Google+0Print this pageEmail this to someone