Il green marketing e le lezioni [americane] che non ti aspetti.

Ero qui per fare formazione di green marketing, un invito ai nuovi professionisti del marketing e a chi, non più nuovo, sente il bisogno di guardare con occhi diversi alla propria professione.

Alcuni dei partecipanti mi hanno chiesto se potessi indicare loro delle letture interessanti per approfondire il tema. Tra i soliti autori noti ho citato Italo Calvino e le sue Lezioni americane, generando qualche sguardo perplesso.

Un libro sulla letteratura? No. Un bellissimo manuale anche di green marketing, indispensabile.

Seguitemi nel ragionamento: “i mercati sono conversazioni” e ” le aziende che cercano di posizionarsi devono prendere posizione”. Fare formazione serve anche a questo.

Il green marketing diventa strategico quando permette ad una marca di entrare in contatto con le persone. Per iniziare un dialogo, una storia di amicizia da trasformare in passione e amore. Condividendo l’interesse ad uno sviluppo sostenibile.

Cioè: le marche sono degli autori e le aziende ne sono gli editori.

Fare marketing in generale e green marketing in particolare è produrre [autore] e condividere [editore] contenuti rilevanti, capaci di generare esperienze. Il marketing è strategico quando é Content Strategy & Management.

Quindi il marketing manager strategico é un autore, quindi si raccomanda la lettura del libro di cui sopra. In cui si parla di Leggerezza, Rapidità, Esattezza, Visibilità e Molteplicità. Non sono forse le linee guida fondamentali per una formazione che porti innovative strategie di marketing?

green marketing

Leggerezza. Nulla ha senso senza il suo contrario. Di fronte a problemi gravi, situazioni difficili e sconfitte incombenti occorre saper presentare il mondo dal suo lato migliore, leggero e sorridente. Affascinante e intrigante [sexy]. Consapevoli che la leggerezza non é mai frivola [Engagement].

Rapidità. Non è velocità ma agilità, mobilità e disinvoltura. Capacità di muoversi con precisione, nel rispetto dei tempi delle cose. Senza perdere tempo e prendendosi il tempo che serve [Pianificazione].

Esattezza. Avere del progetto un disegno ben definito, usare/evocare immagini chiare, incisive e memorabili. Usare un lessico opportuno, che dia le sfumature di cui si ha bisogno [Copy Strategy].

Visibilità. E’ la capacità di mettere a fuoco una visione, di tradurre un testo – una conversazione – in immagini – insight. Illuminando la strada da percorrere [Leadership].

Molteplicità. Bisogna saper guardare il mondo da tante angolazioni e diverse dalle nostre. Il mondo è un groviglio di reti – fisiche e digitali  – che moltiplicano le relazioni. Che non sono limiti al nostro agire ma opportunità da cogliere [Innovazione].

Convinti del ruolo della formazione?

Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0Share on Facebook0Share on Google+0Print this pageEmail this to someone